MUSEO DIFFUSO CASTELLO D’ALCESTE
SAN VITO DEI NORMANNI
(Brindisi)

Torna alla mappa

Per approfondimenti
pagine correlate

......
......
......

Museo Diffuso Castello D’Alceste

La collina del Castello di Alceste sorge a poche centinaia di metri a sud del centro abitato di San Vito dei Normanni. Si tratta di un’altura poco rilevata: dalla sommità, a 108 m. s.l.m. si può abbracciare con lo sguardo un vasto panorama, ed entrare in comunicazione visiva con i principali insediamenti antichi della parte istmica del Salento. Sulle foto aeree si riconosce agevolmente il contorno dell’altura, segnato alla base da una serie di muretti a secco ad andamento quasi circolare.

Lo scavo ha permesso di identificare le tracce di un villaggio a capanne della seconda metà dell’VIII sec. a.C. caratterizzato da abitazioni a pianta ovale, con copertura in materiale deperibile. Ad esse si sovrappone nel Vi sec. a.C. un nuovo impianto, con caratteri che riflettono l’avvento di nuove tecniche costruttive e un nuovo modo di concepire lo spazio abitativo.

L’insediamento viene abbandonato agli inizi del V sec.a.C. e mai più occupato. L’area archeologica offre la rara possibilità di studiare in estensione un abitato arcaico, relativo cioè al momento in cui cominciano a manifestarsi nuove forme di organizzazioni insediativa.

L’idea di un Museo Diffuso per Castello d’Alceste nasce dalla ricerca e dalla sperimentazione progettuale nel campo della musealizzazione all’aperto, condotta dall’università del Salento. Il paesaggio, il costruito, le emergenze archeologiche, costituiscono elementi di un palinsesto tridimensionale sul quale tutte le attività antropiche e naturali hanno lasciato tracce da evidenziare e trasferire al pubblico. L’attuazione del progetto tende al coinvolgimento della comunità locale attraverso un’offerta differenziata di luoghi e attrazioni. La masseria didattica, l’archeodromo, il percorso vita, l’aula didattica all’aperto, rappresentano spazi utilizzabili nell’ambito formativo ai diversi gradi (scuole, università, associazioni locali, ecc.). la ricerca archeologica, attraverso le azioni di conoscenza, conservazione e valorizzazione, è il cuore del sistema museo, poiché contribuisce a preservare e potenziare il patrimonio conoscitivo della popolazione e con esso il suo livello socio-economico.

Per la buona riuscita di questa mappa interattiva è gradita la partecipazione
e la collaborazione di chiunque sia interessato.
Solo in questo modo una mappa normale può diventare davvero Mappa della Comunità.

Inviaci una e-mail a p.roccolo@libero.it materiale o commenti per migliorare questa pagina.